Uncategorized

13 – Report meeting in Italy that launched the next international campaign 20/27 January – Mfpr Italy for Anurada Gandhy’s book – italian edition

Dalla presentazione del Libro fatta dal MFPR al meeting sull’India del 8 dicembre a Milano

Anuradha Ghandy è morta il 12 aprile 2008. Il suo compagno Kobad Ghandy in un suo ricordo dice: “Il 12 aprile del 2008, una bella vita si è improvvisamente spenta. Anuradha Ghandy è morta prematuramente all’età di 54 anni… Quel giorno, gli indiani, in particolare le loro donne oppresse, hanno perso un fiore che diffonde il suo profumo in molte parti del paese…”.
Anuradha Ghandy era l’unica donna presente nel Comitato Centrale del PCI(M). Aveva vissuto per tre anni con l’Esercito Guerrigliero di Liberazione Popolare (PLGA) nella foresta di Dandakaranya, e in questo periodo organizzò un grande movimento di donne adivasi, “forse la più grande organizzazione femminista del paese”.
Anuradha Ghandy porta la battaglia per il movimento delle donne anche nel Partito dove vede la necessità di “purificare il Partito maoista dalle vestigia della continua discriminazione contro le donne e le varie sfumature di patriarcato che ostinatamente persistevano tra quei compagni maschi che si definivano rivoluzionari”.
Anuradha Ghandy coniugava strettamente attività militante e lavoro teorico, Si diceva di lei che era “differente”, che non si fermava mai, dal mattino alla sera.
Questo libro fa un analisi critica delle diverse tendenze del femminismo occidentale. Esso costituisce una preziosa arma non solo per le donne indiane ma soprattutto per noi compagne dei paesi europei. Lo dobbiamo studiare. Faremo nel tempo delle presentazioni in altre città
Può sembrare strano che una compagna indiana faccia un’analisi del femminismo occidentale, ma lo si comprende da quello che Anuradha Ghandy scrive nell’introduzione: “Data l’egemonia dell’occidente queste tendenze hanno avuto una forte influenza sul movimento delle donne anche in India. Quindi uno studio serio del movimento delle donne deve includere una comprensione delle varie tendenze teoriche del movimento”.
Questo studio per Anuradha Ghandy da un lato testimonia un riconoscimento di questo femminismo, del ruolo storico della battaglia del femminismo: “Nonostante le confusioni e le debolezze teoriche – scrive Anuradha Ghandy – il movimento femminista ha contribuito in modo significativo alla nostra comprensione della questione delle donne nel mondo attuale. Il movimento mondiale per la democrazia e il socialismo è stato arricchito dal movimento delle donne”.
Per questo, in questo testo, fa un’analisi critica ma in maniera estremamente seria, non superficiale, dettagliata, e quindi più “dura”; ma nello stesso tempo chiara e sintetica per lo scopo a cui essa serve: uno studio che serva allo sviluppo del movimento rivoluzionario delle donne in ogni paese. Questo lo fa distinguendo gli aspetti positivi e i limiti, gli aspetti negativi delle varie tendenze del femminismo occidentale, cogliendo le differenze.
In questo Anuradha Ghandy ci consegna una guida, una lezione: non basta limitarsi a dire “femminismo piccolo borghese”, o a fare una denuncia umorale, fenomenica; occorre studiare, analizzare criticamente, vedere le differenze, come anche i contributi; non riducendo le tendenze a uno.
La maniera seria, sintetica con cui analizza queste tendenze si vede anche dal metodo usato da Anuradha Ghandy nello scrivere il testo: per ogni tendenza fa l’analisi, la critica, la sintesi degli elementi di fondo.
Si tratta di un’analisi ideologica, politica di classe materialistico dialettica che riporta le varie tendenze alle classi di cui sono espressione e riferimento.
In particolare l’ultima parte del libro, quando Anuradha Ghandy analizza il “femminismo socialista” (riformista), è molto attuale e non solo per l’Italia. Ci permette di analizzare tendenze che hanno influenza oggi nel movimento delle donne nei nostri paesi europei.
Quindi, questo libro consegna a tutte noi uno strumento per fare anche noi oggi questa necessaria analisi critica approfondita.
L’altro fondamentale insegnamento è che per compagne rivoluzionarie, marxiste-leniniste-maoiste occorre unire il lavoro militante alla battaglia teorica.
Studiamolo questo libro, diffondiamolo. Porteremo una ricchezza non solo nel movimento ampio delle donne, ma anche nel movimento comunista internazionale. Una ricchezza sofisticata di cui tutte e tutti abbiamo bisogno.

Discussion

Comments are closed.

Important CPI (Maoist) documents

"Against Proposed Aerial Attacks on Adivasi Areas"

Red Homage to CPI(Maoist) Central Committee member Comrade Sridhar Srinivasan!

“The closure of three thousand schools and ashrams by the CG government is a symbol of the economic and academic bankruptcy and its anti people character”

“In Support of the Australian Indigenous Peoples’ Struggle Against Adani”

“Rise Against the Proposed Salva Judum-2 with the name Vikas Sangharsh Samithi (Committee to Struggle for Development)! — An appeal to the people, democrats, progressive intellectuals, writers, teachers, lawyers, media personnel, human rights organizations, adivasi, non-adivasi social organizations, sarv samaj, sarv adivasi samaj”

“A Call to the People to Fight Back the New Form of Salva Judum and the Supportive Organization of Greenhunt, Salva Judum-2”

“Boycott the Visit of Modi, the Prime Servant of CBB and MNCs to Chhattisgarh”

“Against the Family Planning Murders of Women”

“Condemn the Limitation on Buying Paddy”, in support of the peasant’s struggle

“Against Harrakoder Fake Encounter"

MIB Interview with Comrade Ganapathy: “Building on the new, unique and unprecedented achievements of the last decade, Indian revolution will certainly overcome the difficult situation to win newer, larger and more glorious victories”

Unite, Fight Back and Defeat ‘OGH—Third Phase’ of the Fascist Modi Government

Fight Back [against] the Anti-Working Class Amendments to Labour Laws by the NDA Goverment! Vikas model of Modi is Vinash for the people of India and Vistar for the imperialists and compradors!

CC Collected Statements: Volume 1 (September 2004 - February 2007)

CC Collected Statements: Volume 2 (March 2007 - July 2010)

CC Collected Statements: Volume 3 (August 2010 - August 2014)

Collected Interviews — September 2004 - August 2014

Message to the Milan International Conference in Solidarity with the People’s War in India

A Call to the People of India! Shatter the shackles of imperialism and feudalism, Destroy this rotten system! Build your future and that of the country with your own hands!

Statement in celebration of the 10th anniversary of the founding of the Communist Party of India (Maoist) on September 21, 2004, issued by the Odisha State Committee of the CPI (Maoist) -Hindi

Pamphlet in celebration of the 10th anniversary of the founding of the Communist Party of India (Maoist) on September 21, 2004, issued by the Odisha State Committee of the CPI (Maoist) -Hindi

Condemn the Invasion of Gaza and Massacre of Palestinians by Zionist Israel! Hail the Heroic National Liberation Struggle for Independent Palestine!

Pamphlet and in honor of Com. Barunda (Sushil Roy), put out by the Odisha State Committee of the CPI (Maoist) -Hindi

Jan Sangram Issue4 July 2014 -Hindi

CC CPI(Maoist) Statement on the Lok Sabha Election Results

Jan Sangram 2014 March - Special Election Boycott Issue -Hindi

Jan Sangram, 2014 Pamphlet On International Day Of Support -Hindi

Tongpal Ambush is the Consequence of White Terrorism of the Indian State in the name of Operation Green Hunt — ‘War on the People

Merger Declaration of the CPI(Maoist) and CPI(M-L)Naxalbari

Boycott the sham parliament & assembly elections!

Comrade Abhay Interview on General Elections — 2014

Condolence Message of the CC, CPI(Maoist) on the Demise of Comrade S. A. Rauf

The message for the International Conference in Hamburg by the Secretary, CPI(Maoist)

The Call of the CC, CPI(Maoist) to celebrate the 9° anniversary of the Party

On the PLGA Attack of May 25

%d bloggers like this: