Uncategorized

10 – Report meeting in Italy that launched the next international campaign 21/27 January – MFPR Italia

Come movimento femminista proletario rivoluzionario salutiamo questo meeting internazionalista sull’India.

Nell’ottica di costruire un ponte/collegamento di doppia solidarietà e sostegno attivo internazionalisti verso le tante compagne, migliaia donne che combattono e lottano in India, portando avanti un cammino, nella guerra popolare guidata dal Pci (maoista), che ha come meta la conquista di un nuovo potere nelle mani del popolo, negli anni come movimento femminista proletario rivoluzionario abbiamo messo in campo molteplici iniziative, aderendo anche alle diverse campagne/mobilitazioni lanciate dal Comitato Internazionale di sostegno alla guerra popolare in India.

Costruire questo ponte con le compagne, donne indiane combattenti ha significato in questi anni da un lato fare conoscere, nel nostro paese, alle masse proletarie e popolari femminili la guerra di popolo e il protagonismo rivoluzionario diretto in essa delle donne indiane, ha significato dall’altro lavorare per fare avanzare, alla luce della forza e grande esempio delle compagne, donne indiane, la lotta rivoluzionaria anche nel nostro paese, con il protagonismo della donne e in particolare delle proletarie.

In occasione del 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, e nelle giornate dell’8 marzo, giornata internazionale delle donne, che in Italia in questi ultimi anni si sono caratterizzate con lo svolgimento dello Sciopero delle donne, proiettando sempre lo sguardo internazionalista verso tutte le donne, operaie, lavoratrici, proletarie che lottano nel mondo, verso tutte le compagne rivoluzionarie che sono in prima linea nelle guerre popolari, abbiamo portato nelle manifestazioni, nei cortei, nello sciopero delle donne appunto, lanciati, organizzati e da noi diretti, la forte voce della solidarietà delle compagne, lavoratrici, proletarie in lotta nel nostro paese alle nostre sorelle indiane, in guerra contro la doppia/tripla violenza del regime fascista indu di Modi e dell’imperialismo: striscioni appositi, parole d’ordine, materiali di contro-informazione, di denuncia, a sostegno… dedicando le giornate anche a compagne brutalmente torturate e uccise dal regime fascista di Modi, come la compagna Shruthi del Partito Comunista maoista dell’India…
Nel cuore della contraddizione tra imperialismo e popoli oppressi, le compagne indiane del PCIM stanno rendendo viva la forza delle donne su tutti i terreni, portando un contributo a tutte le donne del mondo.

L’Mfpr ha concretizzato l’adesione a campagne a sostegno della guerra popolare in India, promosse dal CISGPI, in diverse forme:

Tra le più recenti, per esempio, la campagna per la liberazione del Prof Saibaba e delle prigioniere e prigionieri politici (27/01/18) “Un orrore senza fine al quale non si può assistere senza dire nulla! Hanno detto le lavoratrici le precarie nelle assemblee allestite con mostre e video che si sono organizzate nelle diverse sedi, assemblee da cui si è emersa una forte solidarietà in particolare per le donne indiane “…Incatenate mani e piedi, anche durante la gravidanza e il parto, prese a bastonate, stuprate in carcere e nelle stazioni di polizia, fino a farne fuoriuscire l’utero dal corpo, il sangue dalle urine, scosse elettriche sulle piante dei piedi, diventati neri. Impiccate, impalate, stuprate, uccise… Così sono trattate le donne ribelli nella più grande “democrazia del mondo”, con la complicità dell’imperialismo nostrano…”
“straordinario esempio per come riescono a trasformare la pesante repressione del governo Indiano che subiscono in forte e più che legittima ribellione !!!” dall’intervento di una lavoratrice.

La Settimana internazionale di azione 2 – 9 aprile 2016 ha visto l’organizzazione di contemporanei presidi cittadini con volantinaggi e megafonaggi a Palermo, Milano, Taranto, l’Aquila…

(16 luglio 2015)
Abbiamo organizzato sit-in all’ambasciata indiana a Roma e al Consolato Indiano contro le torture e violenza sessuale sulle prigioniere politiche in India, per la libertà di tutti i prigionieri politici!
Parola d’ordine: Sosteniamo la guerra popolare in India! Scateniamo la furia delle donne come forza poderosa per la rivoluzione!
A Roma dopo un corteo improvvisto per le vie di Roma di donne in protesta contro la violenza sulle donne e i femminicidi, sfidando i divieti della polizia, si è arrivati all’ambasciata dove non è stato facile all’inizio esporre lo striscione a causa della polizia che ha tentato di impedire l’azione ma invano perché alla fine le compagne determinate sono riuscite a esporlo. Noi non siamo complici, non stiamo zitte! Abbiamo gridato al megafono!

2014 – Abbiamo organizzato giornate di contro-informazione e di sostegno alla lotta delle operaie precarie in India mettendo in risalto come il regime di Modi schiaccia ogni tipo di movimento democratico, intensifica la repressione e attacca i diritti dei lavoratori e lavoratrici sfruttando e opprimendo nel complesso tutto il popolo indiano.
In particolare abbiamo sostenuto la lotta delle lavoratrici precarie della fabbrica ASTI Electronics in sciopero della fame e occupazioni della fabbrica che hanno portato avanti una coraggiosa lotta per la regolarizzazione dei contratti precari.
Nelle fabbriche indiane il numero delle lavoratrici è in aumento, ma le donne sono meno rappresentate nella direzione del movimento operaio. In genere si pensa che le lavoratrici non si fanno facilmente avanti a lottare per i diritti. Le lavoratrici ASTI hanno osato infrangere questo mito. La lotta delle lavoratrici ASTI è una battaglia in cui le donne stanno rendendo la direzione del movimento. Questo ha una grande importanza per il movimento operaio indiano in generale. di grande importanza per il movimento operaio indiano e per noi anche per il movimento operaio in Italia, un esempio di forza per le lavoratrici oppresse e sfruttate.

Il collegamento/sostegno con la lotta delle operaie, lavoratrici indiane è importante perché è e deve essere infatti uno stimolo, ispirazione e incoraggiamento reciproco: in particolare oggi nel nostro paese il terreno di lotta principale delle donne riguarda la loro condizione di vita e di lavoro, la doppia oppressione delle proletarie, operaie, precarie, disoccupate, immigrate… un terreno su cui sono attivamente impegnate le compagne del Mfpr che dirigono e guidano alcune di queste lotte.

In un’altra 3 gg sull’ India, indetta dal Comitato Internazionale, l’Mfpr, portando in ognuna delle giornate la realtà della lotta delle donne in India, della partecipazione delle donne alla Guerra popolare, divenute uno dei bersagli principali dell’attacco del regime indiano, si sono svolti anche incontri con le compagne, proletarie di formazione utilizzando diversi materiali, in particolare alcuni documenti della compagna del Pci (maoista) Anuradha Gandhi.
Abbiamo anche utilizzato in questo tipo di attività anche alcuni scritti di Arundhati Roy, attiva esponente del movimento antiglobalizzazione e del movimento delle donne indiano, criminalizzata dal regime di Modi. Sono scritti prodotti a seguito di inchieste dirette, sulle donne che partecipano alla guerra popolare, riportando l’esperienza delle compagne del Partito.

****

Nel nuovo anno che si sta per aprire porremo nuovi mattoni alla costruzione del ponte/collegamento come le compagne, donne indiane, per rafforzarlo ed innalzarlo, nell’ambito del sostegno più generale alla guerra popolare in India con

L’adesione e partecipazione attiva alla Settimana di sostegno e solidarietà , lanciata dal CISGPI, prevista per gennaio 2019

Un giro di presentazioni e campagna di diffusione (da lacune città del Nord ad altre del Sud del nostro paese) del libro di Anuradha Gandhi tradotto in italiano

La concreta e attiva solidarietà internazionalista all’interno della giornata dell’8 Marzo 2019 che vedrà il movimento delle donne scendere un lotta e in piazza con un nuovo Sciopero delle donne in primis contro il governo fascista, razzista, sessista

Sosteniamo la guerra popolare in India!
Al fianco delle compagne, donne combattenti in India
Scateniamo la furia delle donne come forza poderosa della rivoluzione!

Mfpr

Advertisements

Discussion

Comments are closed.

Important CPI (Maoist) documents

"Against Proposed Aerial Attacks on Adivasi Areas"

Red Homage to CPI(Maoist) Central Committee member Comrade Sridhar Srinivasan!

“The closure of three thousand schools and ashrams by the CG government is a symbol of the economic and academic bankruptcy and its anti people character”

“In Support of the Australian Indigenous Peoples’ Struggle Against Adani”

“Rise Against the Proposed Salva Judum-2 with the name Vikas Sangharsh Samithi (Committee to Struggle for Development)! — An appeal to the people, democrats, progressive intellectuals, writers, teachers, lawyers, media personnel, human rights organizations, adivasi, non-adivasi social organizations, sarv samaj, sarv adivasi samaj”

“A Call to the People to Fight Back the New Form of Salva Judum and the Supportive Organization of Greenhunt, Salva Judum-2”

“Boycott the Visit of Modi, the Prime Servant of CBB and MNCs to Chhattisgarh”

“Against the Family Planning Murders of Women”

“Condemn the Limitation on Buying Paddy”, in support of the peasant’s struggle

“Against Harrakoder Fake Encounter"

MIB Interview with Comrade Ganapathy: “Building on the new, unique and unprecedented achievements of the last decade, Indian revolution will certainly overcome the difficult situation to win newer, larger and more glorious victories”

Unite, Fight Back and Defeat ‘OGH—Third Phase’ of the Fascist Modi Government

Fight Back [against] the Anti-Working Class Amendments to Labour Laws by the NDA Goverment! Vikas model of Modi is Vinash for the people of India and Vistar for the imperialists and compradors!

CC Collected Statements: Volume 1 (September 2004 - February 2007)

CC Collected Statements: Volume 2 (March 2007 - July 2010)

CC Collected Statements: Volume 3 (August 2010 - August 2014)

Collected Interviews — September 2004 - August 2014

Message to the Milan International Conference in Solidarity with the People’s War in India

A Call to the People of India! Shatter the shackles of imperialism and feudalism, Destroy this rotten system! Build your future and that of the country with your own hands!

Statement in celebration of the 10th anniversary of the founding of the Communist Party of India (Maoist) on September 21, 2004, issued by the Odisha State Committee of the CPI (Maoist) -Hindi

Pamphlet in celebration of the 10th anniversary of the founding of the Communist Party of India (Maoist) on September 21, 2004, issued by the Odisha State Committee of the CPI (Maoist) -Hindi

Condemn the Invasion of Gaza and Massacre of Palestinians by Zionist Israel! Hail the Heroic National Liberation Struggle for Independent Palestine!

Pamphlet and in honor of Com. Barunda (Sushil Roy), put out by the Odisha State Committee of the CPI (Maoist) -Hindi

Jan Sangram Issue4 July 2014 -Hindi

CC CPI(Maoist) Statement on the Lok Sabha Election Results

Jan Sangram 2014 March - Special Election Boycott Issue -Hindi

Jan Sangram, 2014 Pamphlet On International Day Of Support -Hindi

Tongpal Ambush is the Consequence of White Terrorism of the Indian State in the name of Operation Green Hunt — ‘War on the People

Merger Declaration of the CPI(Maoist) and CPI(M-L)Naxalbari

Boycott the sham parliament & assembly elections!

Comrade Abhay Interview on General Elections — 2014

Condolence Message of the CC, CPI(Maoist) on the Demise of Comrade S. A. Rauf

The message for the International Conference in Hamburg by the Secretary, CPI(Maoist)

The Call of the CC, CPI(Maoist) to celebrate the 9° anniversary of the Party

On the PLGA Attack of May 25

Advertisements
%d bloggers like this: